Cerca

Sasha Wijidessa, quando i cocktail diventano innovazione



Nata a Singapore, Sasha Wijidessa aveva iniziato la sua carriera nel mondo della farmaceutica ma, per puro caso o forse per destino, il suo cammino si è diretto verso il bartending. Nel 2014 un amico di Sasha le suggerì di lavorare part time in un gastropub locale chiamato Oxwell & Co per guadagnare qualcosa in più mentre studiava. Sasha avrebbe dovuto lavorare come cameriera, ma dopo poco la fortuna le ha sorriso. Una notte, il bar era completamente pieno e i suoi ordini ritardavano a uscire. Senza pensarci molto, Sasha si è messa dietro il bancone bar per fare tutto ciò di cui aveva bisogno per soddisfare i suoi clienti in attesa. Risultato: il supervisore del bar le disse “rimani”!

Da quel giorno, Sasha ha continuato a lavorare dietro il bancone e dopo un paio di mesi è stata reclutata da Luke Whearty per far parte della squadra di apertura di Operation Dagger. E da allora, ha trascorso ben cinque anni della sua vita nel famoso bar nel seminterrato, che hanno conquistato prestigiosi riconoscimenti internazionali. Non solo, ma la nostra bartender ha avuto l’occasione di far fruttare le sue conoscenze in scienze farmaceutiche, creando una drinklist sui vini naturali che sfruttava gli studi sulla fermentazione e distillazione. La competenza di Sasha sia nel creare miscelazioni sia nel fare studi di laboratorio, le hanno permesso un avanzamento di carriera rapido da barista junior a senior, fino al suo ultimo ruolo di direttore generale e sous bartender.

Lavorando a stretto contatto con Luke, Wijidessa è stata determinante nell’ideare le bevande innovative dell’Operation Dagger. Insieme al team, ha contribuito alla crescita del pub a livello locale e internazionale riuscendo a entrare nei primi posti delle liste dei Asia’s 50 Best Bars e nei World’s 50 Best Bars.

Il 2019 è stato però, l’anno cruciale grazie all’incontro con Lars Williams, il proprietario di Empirical Spirits, mentre era a Singapore a lavorare e, poco dopo, si è unita al suo team a Copenhagen.

Sasha è ora inserita nel team di ricerca e sviluppo dell’azienda, in qualità di capo della divisione RTD. Ama profondamente lo spirito e la dinamicità di questa azienda, che è stata fondata nel 2017 dagli ex- alunni del Noma Lars Williams e Mark Emil Hermansen.


Empirical è una distilleria indipendente, focalizzata sulla creazione dei migliori sapori possibili. Sasha e il suo team utilizzano macchinari su misura, tecniche di fermentazione ibrida e una distillazione a bassa temperatura in grado di produrre alcolici innovativi e difficilmente, inscrivili in una categoria.

Un esempio è il The Plum, I suppose dove il nocciolo all’interno delle prugne viene utilizzato per creare il distillato; inoltre, il kombucha di calendula distillata dona note floreali e tanniche, che conferiscono al distillato il sentore di bucce di prugna. Con un grado alcolico di 32%, se ne ricava un liquore dolce e floreale, una splendida base per cocktail.

Sasha solitamente consiglia di abbinare The Plum, I suppose a una composta di lamponi, aggiungervi del ghiaccio e guarnire con limonata per ottenere una bevanda fruttata, rinfrescante e facile da bere.



English Version


Born in Singapore, Sasha Wijidessa originally embarked on a career in the pharmaceutical industry but by chance, or maybe it was destiny, her path was diverted towards bartending. In 2014, Sasha’s friend suggested she work a part time gig at a local British gastropub called Oxwell & Co to earn some extra cash while studying. Sasha was meant to work the floor as a waitress but after two weeks, she got her lucky break. One evening, the bar was overwhelmed and it was taking forever for her orders to come out. Sasha instinctively jumped behind the bar to make whatever she needed to satisfy her waiting customers and the bar supervisor told her “stay here!”



From that day on, Sasha kept on getting bar shifts and a couple months later she was recruited by Luke Whearty to be a part of the opening team at Operation Dagger. And from there, it was 5 years of her life in the famous basement bar that ended up winning many international accolades. Sasha applied her education in pharmaceutical science in her bartending career, creating a menu of natural wines thanks to her knowledge of fermentation and distillation. Sasha’s proficiency in both bartending and laboratory preparations allowed her to quickly rise up the ranks at Operation Dagger, from bar-back, to junior bartender, senior bartender, junior sous bartender, and to her last role as general manager and sous bartender.



Working closely with Luke, Sasha was instrumental in conceptualising Operation Dagger’s iconic innovative drinks. Together with the team, Sasha helped propel Operation Dagger into the forefront of the local and international scene, placing highly in both Asia’s 50 Best Bars and World’s 50 Best Bars lists.

In 2019, Sasha met Lars Williams, the owner of Empirical Spirits while bartending in Singapore and joined the Empirical Spirits team in Copenhagen shortly thereafter. Sasha, now part of the R&D team as Head of the RTD division, enjoys working for the dynamic young company that was conceived by ex-Noma alums Lars Williams and Mark Emil Hermansen in 2017.



Empirical is an independent distillery focused on creating the best flavors possible. Sasha and team apply custom-built machinery, hybrid fermentation techniques and low-temperature distillation to produce innovative no-category spirits. One example is “The Plum, I Suppose” where the kernel inside plum stones is used to make the spirit. Distilled Marigold Kombucha gives floral and tannic notes reminiscent of plum skins. The 32% ABV spirit is sweet, floral and bright and is the great base for a cocktail. Sasha recommends combining “The Plum, I Suppose” with muddled raspberries. Then add ice and top with lemonade to produce a refreshing and easy drinking fruity drink.


58 visualizzazioni